Contattaci subito: 055 5387207
Dalla liposuzione alla mastoplastica additiva, la Chirurgia estetica può aiutarti.

La Chirurgia Plastica Estetica

Mastoplastica additiva: nuovi traguardi di sicurezza e innovazione.

· Chirurgia estetica, News · Comments Off on Mastoplastica additiva: nuovi traguardi di sicurezza e innovazione.

Lo dicono le statistiche ufficiali: la mastoplastica additiva è l’intervento di chirurgia plastica-estetica più effettuato in Italia. L’evoluzione delle tecniche chirurgiche, costante negli ultimi anni, ha reso questo intervento sempre meno invasivo, con un decorso post operatorio pressoché indolore e un rapido ritorno alle normali attività.
La sicurezza è il requisito fondamentale quando si parla di un intervento chirurgico, a maggior ragione se si tratta di un intervento a fini estetici, come l’aumento del seno, che risponde al desiderio della paziente di migliorare e valorizzare la propria immagine femminile. Per questo nella mia attività professionale prediligo tecniche chirurgiche innovative, ma ampiamente sperimentate, e mi avvalgo esclusivamente di dispositivi medici di qualità indiscussa.

Oggi una mastoplastica additiva ben eseguita ha un impatto molto più lieve sulla paziente, sempre grazie all’enorme bagaglio di esperienza maturato negli anni, con moltissimi interventi effettuati in tutto il mondo. In base all’esperienza e alle competenze del chirurgo i tempi operatori possono essere notevolmente ridotti, rispetto alle medie di dieci anni fa, ciò comporta anche che l’anestesia sia più breve e molto meglio tollerata dalla paziente, che difficilmente lamenta disagio al risveglio.
Per quanto riguarda la tecnica, quella che normalmente preferisco utilizzare è la “dual plane”, che rappresenta l’evoluzione e in un certo modo la “sintesi” delle due tecniche principali, sotto muscolare e sotto ghiandolare. La dual plane, sfruttando i vantaggi di entrambe, ci permette di ottenere un risultato estetico estremamente naturale ed evitare che la protesi sia visibile o palpabile dall’esterno, come in alcuni casi potrebbe avvenire utilizzando la tecnica sotto ghiandolare. Al tempo stesso, la dual plane supera alcuni limiti della tecnica sotto muscolare, assicurando un decorso post operatorio ottimale, più breve e molto meno doloroso.

La scelta della protesi riveste un ruolo fondamentale in questo intervento, non solo ai fini del risultato estetico, ma anche e soprattutto per la sicurezza.
Le protesi mammarie di cui ho scelto di avvalermi sono prodotte in Scozia, nello stabilimento dell’azienda Nagor, presente sul mercato da circa quarant’anni. Le protesi Nagor vantano caratteristiche innovative, come l’estrema morbidezza e coesività (ossia indeformabilità del materiale) unite ad un ottimo profilo di sicurezza, non a caso sono garantite a vita contro ogni possibile evento avverso.

Ancora oggi in chirurgia estetica le protesi mammarie maggiormente utilizzate sono quelle di forma rotonda, più semplici nella gestione, per certi versi, ma che possono rivelarsi inadeguate in alcuni casi specifici, quando la donna desidera una forma del tutto naturale del seno.
Per andare incontro a queste esigenze sempre più frequentemente mi avvalgo di protesi di forma anatomica, che mi permettono raggiungere il risultato di estrema naturalezza che la paziente desidera, e donarle un seno dalla forma più stabile nel lungo termine.

La scelta della protesi deve essere il frutto di un’attenta valutazione dei desideri della donna ma anche delle caratteristiche anatomiche del suo seno e torace, in funzione del miglior risultato che è possibile raggiungere. Ritengo fondamentale che durante le visite pre intervento si instauri un rapporto di fiducia e un buon dialogo con la paziente, per poter chiarire ogni suo dubbio e orientarla verso la scelta ottimale nel suo caso specifico.

Un’ultima rassicurazione da offrire alle donne che sognano di rimodellare il proprio seno o aumentarne il volume è la stabilità del risultato: le attuali tecniche chirurgiche, che uno specialista preparato ed esperto è in grado di sfruttare al meglio, e la qualità dei migliori impianti mammari in commercio, fanno sì che i vantaggi ottenuti con l’intervento rimangano stabili per moltissimo tempo, e che la presenza delle protesi non interferisca con i normali screening diagnostici né con la capacità della donna di allattare al seno.