Contattaci subito: 055 5387207
Dalla liposuzione alla mastoplastica additiva, la Chirurgia estetica può aiutarti.

La Chirurgia Plastica Estetica

La mastoplastica additiva

· Chirurgia estetica, News · Comments Off on La mastoplastica additiva

Aumentare le dimensioni del proprio seno è un desiderio comune a molte donne. Oggi anche in Italia l’intervento di mastoplastica additiva è fra quelli maggiormente praticati dai chirurghi estetici, con risultati sempre più naturali e sicuri. Il Dott. Fabio Quercioli, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica a Firenze, ci aiuta a fare il punto sugli aspetti più importanti che le donne devono conoscere, per fare una scelta veramente consapevole.
"Non di rado le pazienti che entrano nel mio studio hanno già un’idea precisa del seno che desiderano ottenere, che può ispirarsi alla foto di un personaggio famoso, o magari al risultato ottenuto da un’amica a cui vorrebbero somigliare” spiega il Dott. Quercioli “in realtà l’aspetto del décolleté è legato alle caratteristiche fisiche proprie di ogni donna, che vanno assecondate e rispettate, senza inseguire risultati standardizzati”.
Nella scelta delle protesi, perciò, è importante considerare i desideri della paziente, ma anche adattarli alle sue reali caratteristiche e misure corporee, in modo da evitare complicazioni e risultati innaturali: "di solito una donna molto magra non possiede per natura un grosso seno” spiega Quercioli “c’è da considerare il rischio che, oltre ad apparire “innaturale”, un seno di dimensioni eccessive nel tempo possa creare problemi a causa del peso e dell’ingombro, spingendo la paziente a effettuare un secondo intervento con protesi più piccole”.
Oggi esiste la possibilità di testare, mediante appositi reggiseni in cui si inseriscono protesi di prova, quale possa essere l’effetto estetico e la sensazione che si avrà dopo l’operazione.
Saper interpretare e rispettare le aspettative della paziente è importante, ma il compito di un bravo chirurgo plastico è anche farle capire l’importanza dell’equilibrio e dell’armonia: il corpo cambia nel tempo, un seno prorompente desiderato da giovanissime potrebbe diventare un problema dopo i 40 anni” conclude il Dott. Quercioli.
La scelta del tipo di protesi è determinante non solo per il risultato estetico, ma anche e soprattutto per la sicurezza della donna, dal momento che l’impianto farà parte del suo corpo per il resto della vita dopo l’intervento. "Oggi in commercio è disponibile un’ampia offerta di impianti mammari, le pazienti devono essere informate sulla scelta del chirurgo a cui decidono di affidarsi” precisa Quercioli “le migliori protesi offrono performance impensabili fino a pochi anni fa, cicatrici ridotte per il loro inserimento, intervento più rapido, minor disagio post operatorio, consistenza ottimale,  ma soprattutto la garanzia a vita contro ogni eventuale evento avverso, che conferma la serietà del produttore”.