Contattaci subito: 055 5387207
Dalla liposuzione alla mastoplastica additiva, la Chirurgia estetica può aiutarti.

La Chirurgia Plastica Estetica

Epilazione definitiva con laser: qual è la migliore?

· Laser e tecnologie, News · Comments Off on Epilazione definitiva con laser: qual è la migliore?

Oggi la presenza di peli sul corpo è considerata inutile e imbarazzante da moltissimi uomini e donne, e la richiesta di trattamenti di epilazione definitiva è in costante aumento.
L’epilazione effettuata con apparecchiature medicali andrebbe più correttamente definita “progressivamente definitiva”, infatti i peli hanno un ciclo vitale suddiviso in tre fasi, ma solo in una di esse, quella della crescita attiva, in cui il fusto del pelo è saldamente connesso al bulbo, l’energia del raggio laser è in grado di raggiungere il follicolo e distruggerlo.
In poche parole, dal momento che i cicli vitali dei peli non sono sincronizzati, ogni volta che si effettua una seduta di epilazione su una zona del corpo si provoca la termocoagulazione di circa un terzo dei follicoli, ossia quelli che in quel momento si trovano nella cosiddetta fase “anagen”. La termocoagulazione interrompe il loro ciclo vitale e ne provoca la caduta: dopo un certo numero di sedute (normalmente 5/6) si osserva una drastica riduzione o addirittura la scomparsa dei peli, con ampie variazioni individuali legate alle caratteristiche del paziente.

Quale metodo scegliere?
La luce pulsata IPL, per essere veramente efficace e sicura, richiede che ci sia una sensibile differenza cromatica fra la pelle del paziente e il pelo, questo in un certo senso la rende “obsoleta” rispetto ai vari laser per epilazione, che sono molto più rapidi e versatili.
Pur avendo dimostrato nei vari studi scientifici performance simili, i laser per epilazione hanno meccanismi di funzionamento leggermente differenti, e non è facile stabilire a priori quale possa essere il migliore. Solo dopo un’accurata visita, comprensiva di anamnesi e verifica delle caratteristiche della pelle e dei peli,  lo specialista è in grado di orientare il paziente verso la scelta migliore, dandogli indicazioni sul numero indicativo di sedute necessarie e i relativi costi.

Indipendentemente dalla scelta, laser Alessandrite o Diodo, ad esempio, è bene sottolineare che gli apparecchi medicali di ultima generazione, dalle caratteristiche tecniche avanzate, sono in grado di offrire risultati ottimi in totale sicurezza, preservando la cute dal surriscaldamento e scongiurando il rischio di ustioni grazie alla funzione di raffreddamento integrata. Rispetto al passato, con un’apparecchiatura per uso medicale (da non confondere con i laser non professionali utilizzati nei centri estetici) possiamo trattare rapidamente ampie zone e conseguire i risultati desiderati in tempi più rapidi.

Epilazione dell’inguine: meglio laser o IPL?
Il trattamento dell’inguine, che richiede solo 20/30 minuti, può essere effettuato con successo utilizzando laser con caratteristiche fisiche e lunghezze d’onda specifiche, che non provocano alcun fastidio o dolore.
E’ sbagliato pensare che l’ IPL possa essere un trattamento “più delicato”, al contrario su alcune aree la luce pulsata ad alta intensità può risultare fastidiosa e richiedere, in caso di particolare sensibilità della paziente, l’applicazione di un anestetico topico.