Contattaci subito: 055 5387207
Dalla liposuzione alla mastoplastica additiva, la Chirurgia estetica può aiutarti.

La Chirurgia Plastica Estetica

Seno lipofilling

Richiedi informazioni

CHE COS’E’ IL LIPOFILLING DEL SENO?

Il lipofilling è un semplice intervento di chirurgia estetica che si basa sull’infiltrazione di grasso autologo (cioè prelevato dalla paziente stessa) in un’area del corpo dove si desidera un aumento di volume.
Praticato nella regione mammaria, il lipofilling ci permette di effettuare piccole mastoplastiche additive senza usare impianti in silicone, ma anche di effettuare correzioni in caso di asimmetria mammaria, scarso spessore dei tessuti molli sopra a una protesi precedentemente inserita, contratture capsulari e altro. Il lipofilling è molto indicato per compensare difetti estetici dopo una ricostruzione del seno con protesi e per correggere deformità congenite, come il seno tuberoso.
Questo intervento può costituire un’alternativa alla classica mastoplastica additiva con protesi solo in casi specifici, se la paziente desidera un modesto aumento di volume oppure se non tollera l’idea di un impianto mammario tradizionale. Il requisito fondamentale è che la paziente abbia, nelle aree in cui solitamente si pratica la liposcultura (addome, fianchi e cosce), un volume sufficiente di grasso corporeo da prelevare.

 

PER CHI E’ INDICATO QUESTO INTERVENTO?

Il lipofilling è un intervento mini invasivo e si può eseguire in anestesia locale con sedazione, in regime di day hospital; questa tecnica ha diversi aspetti vantaggiosi, non comporta cicatrici, dona un risultato naturale e i tempi di recupero sono brevissimi. Per questo può essere considerato un’ottima possibilità per le pazienti di ogni età che non hanno l’esigenza di effettuare un vistoso aumento di volume del seno.
L’intervento di lipofilling si presta ad essere associato alla liposcultura di fianchi, cosce, addome o altre aree del corpo, dal momento che prevede in ogni caso il prelievo di cellule adipose della paziente. Si possono comunque svolgere insieme anche altri interventi, ad esempio di ringiovanimento del volto, come il lifting o la blefaroplastica.
E’ indispensabile che la paziente che desidera sottoporsi a lipofilling del seno sia correttamente informata e abbia aspettative concrete riguardo all’intervento, stabilendo un buon dialogo con il chirurgo. Per questo durante la prima visita il chirurgo, oltre a prescrivere alcuni esami di controllo, chiarisce alla paziente ogni aspetto della procedura e i risultati che è possibile ottenere. In chirurgia estetica i migliori risultati si ottengono quando il rapporto fra medico e paziente è improntato sulla fiducia, dal momento che ogni caso è un caso a sé, diverso da tutti gli altri, e gli obiettivi non possono essere standardizzati. La preparazione e l’esperienza sono strumenti nelle mani del chirurgo per realizzare i desideri della sua paziente nella forma migliore.

 

COME SI SVOLGE L’INTERVENTO DI LIPOFILLING AL SENO?

Il lipofilling al seno generalmente viene eseguito in anestesia locale con sedazione, in regime di day hospital. La durata dell’intervento è legata alla quantità di grasso da prelevare e trasferire nell’area mammaria, può variare perciò da da 30 minuti a due ore circa.
Durante l’intervento il chirurgo estrae le cellule adipose dalle zone donatrici precedentemente stabilite e le trasferisce senza danneggiarle, e quindi mantenendone la vitalità, nell’area mammaria, grazie ad una tecnica che implica la massima delicatezza e il mantenimento della sterilità in ogni fase.
Al termine dell’intervento il chirurgo plastico applica nei punti di accesso delle microcannule punti riassorbibili, che quindi non sarà necessario rimuovere e che non lasceranno cicatrici visibili.
La procedura termina con una medicazione.

 

QUAL E’ IL DECORSO POST OPERATORIO?

Nell’immediato post-operatorio è normale percepire un senso di gonfiore nell’area operata, che potrà presentare arrossamento e ecchimosi. I tessuti recupereranno la normalità in tempi variabili a seconda del numero dei siti trattati e di fattori individuali. In genere è possibile riprendere le normali occupazioni nell’arco di pochi giorni.
Le complicanze associate al lipofilling sono rare, dal momento che il materiale utilizzato è grasso autologo non c’è alcun rischio di allergia o rigetto. In rari casi possono verificarsi infezioni, ematomi, ecchimosi, edema persistente, sieroma, o un parziale riassorbimento del grasso trapiantato. Per ottenere i migliori risultati e ridurre al minimo la possibilità d’insorgenza di complicazioni, è necessario attenersi alle indicazioni pre e post-operatorie e affidarsi esclusivamente a chirurghi esperti e a centri specializzati.

 

IL LIPOFILLING NELLA RICOSTRUZIONE MAMMARIA (POST MASTECTOMIA O QUADRANTECTOMIA)

Il lipofilling ha un ruolo molto importante nell’intervento di ricostruzione mammaria dopo l’asportazione di un tumore, sia che questa venga effettuata con protesi in silicone che con lembi miocutanei autologhi.
Il lipofilling infatti permette di dare alla mammella ricostruita un aspetto più naturale ed una consistenza più morbida, di migliorarne forma e simmetria rispetto alla mammella controlaterale, ma non solo: la presenza nel tessuto adiposo di numerose cellule staminali ha effetti molto positivi sulla qualità dei tessuti, anche quando sottoposti alla radioterapia, e sull’aspetto e la dolorabilità delle cicatrici.


 

Nel mio ambulatorio a Firenze, in via Fra Bartolommeo 22, potremo valutare insieme un intervento di lipofilling del seno.
CONTATTAMI PER UNA VISITA PRELIMINARE 

Per ulteriori approfondimenti, e per avere risposta ai tuoi dubbi personali, puoi compilare il form oppure contattare l’ambulatorio per un appuntamento al numero 055 5387207.

Altre informazioni sulle principali tecniche del lipofilling del seno sono disponibili al sito monotematico del dott. Fabio Quercioli www.lipofillingfirenze.it.